Autorizzazione sanitaria

Denuncia d’Inizio Attività

 

Timbro certificazione autorizzazione sanitaria

L’iter per l’ottenimento di un’autorizzazione sanitaria oggi è stato notevolmente snellito.

Chi intendesse dunque avviare un’attività alimentare o altrimenti variare sostanzialmente un’attività già avviata, dovrà presentare una D.I.A. (Denuncia Inizio Attività) sanitaria presso l’ASL di competenza. Nello specifico la DIA sanitaria dovrà essere presentata al SIAN (Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione) per l’autorizzazione di attività generiche in cui vengano prodotti, trasformati, somministrati, alimenti e bevande (Bar, Pub, Ristorante, Pizzeria, Salumeria, ecc.). La domanda dovrà invece essere presentata presso gli uffici del SIAV (Servizio Igiene a Assistenza Veterinaria) per tutte quelle attività che producono, trasformano e somministrano alimenti di origine animale (Pescheria, Macelleria, Caseificio, ecc.).

Presentare una  DIA sanitaria richiede:

modello DIA apposito scaricabile QUI;

(ATTENZIONE! il presente modello fa riferimento al Bollettino Ufficiale della Regione Puglia – n. 181 del 24-11-2008 ed è quindi valido per le richieste nelle ASL della Regione Puglia)

planimetria in scala 1:100 completa di legenda, in cui vengono specificati i rapporti di aero-illuminazione, il numero di agibilità dei locali e la posizione delle attrezzature. La planimetria dovrà essere realizzata, timbrata e firmata da un tecnico regolarmente iscritto all’albo;

relazione tecnico-descrittiva in cui vengono descritte le produzioni e i relativi processi, le attrezzature e gli impianti;

documento di identità del titolare che presenta la domanda;

versamento diritti sanitari intestato al Servizio Tesoreria;

– eventuale certificato inerente l’emissione fumi qualora l’attività lo preveda;

– delega firmata dal responsabile nel caso in cui la domanda venga presentata da una persona diversa dallo stesso;

La DIA sanitaria verrà protocollata dall’ufficio preposto ed avrà valore legale immediato di autorizzazione sanitaria e sarà necessario renderla sempre disponibile in sede di controllo.

In caso di anomalie sarà interesse dell’ASL di competenza contattare l’esercente o il consulente che ha presentato la pratica, per comunicare tempestivamente le modifiche da apportare.

 

CONTATTACI

per un preventivo gratuito relativo alla realizzazione e presentazione della tua

DIA, Autorizzazione Sanitaria, Planimetria, Relazione tecnico descrittiva

 

4 pensieri su “Autorizzazione sanitaria”

  1. Sono un’azienda agricola dal 1993 e ora vorremmo diventare agribirrificio quale Dia – Scia o altro dobbiamo presentare? Grazie per la gentile risposta

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>